logo

Autorizzazione scarico acque meteoriche provincia di bari

In generale, le immissioni di acque meteoriche nell’ ambiente non costituiscono uno “ scarico” in termini di legge e quindi non necessitano di un’ autorizzazione dal punto di vista qualitativo. Scarica la domanda autorizzazione ( 156K) Scarichi di acque meteoriche e di lavaggio aree esterne. 6, effettuato tramite immissione negli strati anidri del terreno tramite pozzi assorbenti soprafalda. La necessità di sottoporre ad autorizzazione lo scarico delle acque meteoriche di dilavamento non deriva dalla loro potenzialità inquinante, bensì dalla natura di acque contaminate per l’ accertata mescolanza con materiali e le sostanze derivanti dal ciclo industriale. Domanda di rinnovo dell’ autorizzazione allo scarico in pubblica fognatura di acque reflue industriali ai sensi del decreto legislativo 152/ Marca da Bollo da 00 Il sottoscritto 1 Cognome Nome Luogo di nascita Data di nascita Comune di residenza CAP Provincia Via/ Piazza Numero civico Codice Fiscale Telefono e- mail. Provincia di Bari con n° 4872, è lo smaltimento delle acque meteoriche di dilavamento provenienti da un di un opificio destinato a deposito con annessi uffici, localizzato in via delle Fresie n.

– Vittorio Veneto ( TV) Relazione tecnica acque meteoriche Dicembre. 62, relativa alla " normativa sugli insediamenti civili delle pubbliche fognature e tutela delle acque sotterranee dell' inquinamento", dove per la prima volta spicca la. 4 del Decreto Commissariale n.

Autorizzazione scarico acque. Autorizzazione scarico acque meteoriche. Autorizzazione scarico acque meteoriche provincia di bari. La prima legge che affronta l' argomento in modo diretto è la L. Autorizzazione dell’ Ente Gestore del Corpo Ricettore ( nel caso in cui lo scarico delle acque depurate avvengano in corsi idrici superficiali, canali ASI ecc. Autorizzazioni allo scarico.

Iter per l' autorizzazione allo scarico di acque meteoriche di superfici con recapito diverso dalla pubblica fognatura di superfici da cui possono essere dilavate sostanze pericolose o pregiudizievoli per l' ambiente. E' comunque vietato lo scarico di acque meteoriche nelle acque sotterranee. Procedure della Provincia di Ravenna per l’ autorizzazione allo scarico DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE Il progetto o il piano di gestione è uno degli allegati alla domanda di autorizzazione allo scarico. Sono di competenza provinciali le autorizzazioni allo scarico di acque di prima pioggia scolanti dai centri comunali di raccolta differenziata dei rifiuti urbani. 26/ Ò DISCIPLINA DELLE ACQUE METEORICHE DI DILAVAMENTO E DI PRIMA PIOGGIA Antonio Di Fazio. La Provincia valuta la completezza della documentazione e della domanda. Ha adottato le nuove disposizioni in materia di scarichi di acque reflue domestiche e assimilate in aree fino a abitanti non servite da rete fognaria, rettificando in parte il precedente Regolamento regionale n.
Il Regolamento regionale ha introdotto inoltre l’ obbligo di riutilizzo delle acque meteoriche di dilavamento per necessità irrigue, domestiche, industriali ed altri usi consentiti Eliapos AMBIENTE Anno 1 n. La legge statale non dà una definizione di acque meteoriche di dilavamento e di prima pioggia, ex art. Riferimenti di Legge: Normativa di riferimento scarico acque meteoriche : Altro : Moduli Utili: Allegato autorizzazione acque meteoriche Comune. Al fine di una miglior comprensione di tale disciplina si riporta la definizione di scarico ( art. 39 comma 1, lett. Published on Sportello Telematico Unificato della Provincia di Foggia provincia. SPESE DI ISTRUTTORIA: Importo quota a deposito per scarichi acque reflue industriali e acque di prima pioggia: impianti < 1. Copia della comunicazione del progetto inoltrata all' autorità competente alla procedura di Valutazione di Impatto Ambientale ( attualmente disciplinata dalla L.

26 disciplina le attività di scarico delle acque meteoriche di dilavamento e di prima pioggia. Dichiarazione sostitutiva resa nelle forme di legge a firma del titolare dello scarico attestante i seguenti dati: che non esiste alcun impedimento previsto dalla normativa Statale e Regionale ai fini del rilascio dell’ Autorizzazione allo scarico/ riutilizzo delle acque meteoriche da parte della Provincia di Bari; di non aver riportato. La Provincia di Cremona è autorità competente al rilascio delle autorizzazioni allo scarico, di durata quadriennale. ) Se sono previsti scarichi idrici e l' autorità competente al rilascio dell' autorizzazione è la Provincia. A), lettera b), del D. Le dirigente del settore ecologia provincia di lecco piazza lega lombarda, lecco.
Barletta- andria- trani. CIS 12 per scarichi di acque reflue domestiche in area non vulnerabile. Intestato a Tesoreria della Provincia di Lecce con causale " deposito di procedibilità della domanda di autorizzazione allo scarico" ( da effettuare solo se si tratta di scarico di acque derivanti da stabilimenti industriali). 3 IL CONTROLLO DELLE ACQUE METEORICHE DI DILAVAMENTO. Superficie da considerare per la determinazione delle portate delle acque meteoriche di dilavamento mq 3. G ( acque reflue domestiche) e h ( « acque reflue industriali» : « qualsiasi tipo di acque reflue scaricate da edifici od impianti in cui si svolgono attività.

Richiesta di autorizzazione allo scarico. Di acque reflue domestiche, industriali e di prima pioggia recapitate nei corpi idrici superficiali o dirette sul suolo o negli strati superficiali del sottosuolo. In particolare alla Provincia compete l' adozione delle autorizzazioni allo scarico di acque reflue urbane ( impianti di depurazione e reti fognarie), di acque reflue industriali o domestiche recapitanti in corpo idrico superficiale o sul suolo. Modalità: I soggetti interessati ad ottenere l’ autorizzazione allo scarico od immissione delle acque meteoriche o l’ esame della pratica relativa alla comunicazione di cui all’ art. ) i casi in cui può` essere richiesto che le immissionidelle acque meteoriche di dilavamento, effettuate tramite altre condotte separate, siano sottoposte a particolari prescrizioni, ivi compresa l’ eventuale autorizzazione. Autorizzazione del Tribunale di Bari: n.

Per acque meteoriche di dilavamento si intende la parte delle acque di una precipitazione atmosferica che, non assorbita o evaporata, dilava le superfici scolanti; le acque di prima pioggia sono invece quelle che, cadendo durante la fase iniziale di un evento meteorico [ 1], si presentano spesso cariche di inquinanti di varia natura ed origine dilavati dalla superficie delle aree scoperte. Della Lombardia 27 maggio 1985 n. Il titolare dello scarico delle acque meteoriche di dilavamento fuori dalla pubblica fognatura per superfici scolanti inferiori a 5.

E del Decreto Legislativo n. Tecnica per la richiesta di autorizzazione allo scarico delle acque meteoriche di dilavamento negli strati superficiali del sottosuolo rivenienti da un p iazzale pavimentato di circa mq 3. 2 copie della richiesta di autorizzazione allo scarico inoltrata/ da inoltrare alla autorità competente; ( SOLO NEL CASO DI USI DIVERSI DA QUELLO AGRICOLO IRRIGUO ED INNAFFIAMENTO DEL VERDE PUBBLICO O PRIVATO) N. PROVINCIA DI BARLETTA – ANDRIA - TRANI Settore 11 – Ambiente, Energia Aree Protette Parco Naturale Regionale " Fiume Ofanto" Servizio Tutela Acque www. REGIONE PUGLIA AGGIORNATE LE REGOLE SU SCARICHI ACQUE.


It Via Tasselgardo 3/ 5, 76125 Trani DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO DI ACQUE METEORICHE DI DILAVAMENTO. - Versamento della somma di € 258, 23 da effettuarsi sul ccp n. Sono soggetti alla richiesta di autorizzazione le pubbliche fognature dei Comuni non recapitanti in Consorzi di depurazione e gli insediamenti produttivi il cui scarico non confluisca in fognatura. 113, ma ne fornisce una nozione indiretta e in negativo, con l’ art. Colata di terra, versante periferia San Marco in Lamis ( FG). In caso di carenza e/ o mancanza di dati li richiede alla ditta.
Di acque reflue urbane. Mq; Le Coordinate geografiche dello scarico delle acque meteoriche provenienti dal piazzale con il sistema WGS 84 UTM ZONA 33N sono le seguenti: X 669166 –. Sono disciplinate dal Regolamento Regionale 24. La Provincia rilascia autorizzazioni allo scarico in acque superficiali, suolo e sottosuolo di reflui civili e produttivi. Procedimento: Rilascio di autorizzazioni ed esame delle comunicazioni in ordine agli scarichi ed immissioni sul suolo, negli strati superficiali del sottosuolo, nelle acque superficiali e marine di acque meteoriche previsti dall’ art.

2 copie di attestazione rilasciata dal Comune, relativa all’ esistenza o meno delle opere di urbanizzazione. 26 [ 1] disciplina le attività di scarico delle acque meteoriche di dilavamento e di prima pioggia. Foto copertina di Nazario Di Lella: Evento pluviometrico 2- 3 settembre. Una nuova autorizzazione deve essere richiesta nel caso di scarichi provenienti da: a) Nuovi insediamenti/ attività produttive. Acque di prima pioggia e di lavaggio delle aree esterne.

Acque reflue derivanti da pompe di calore o piscine private Acque reflue domestiche Acque reflue urbane. Acque meteoriche e siti industriali Scritto il 11 febbraio da admin. Acque di prima pioggia e lavaggio sia delle acque meteoriche di seconda pioggia derivanti dalle superfici scolanti delle attività produttive.


Per consultare la nuova pagina aggiornata relativa alle Acque Reflue > Scarichi: clicca qui » salta il menu principale e vai ai banner relativi a questa sezione. ISTANZE RELATIVE A SCARICHI INDUSTRIALI E/ O DI ACQUE METEORICHE IN PUBBLICA FOGNATURA E RELATIVA MODULISTICA NUOVA AUTORIZZAZIONE SCARICO IN FOGNATURA. Al fine di ottenere l' autorizzazione allo scarico, l' utente deve presentare domanda d' autorizzazione utilizzando i fac simile sottoriportati: CIS 11 per scarichi di acque reflue domestiche in area vulnerabile. : Tutte le autocertificazioni devono essere redatte ai sensi del DPR n. Eventi di pioggia la componente di impatto sul ricettore dovuta alle acque meteoriche di dilavamento è mediamente di un ordine di grandezza maggiore di quella dovuta agli scarichi degli impianti di depurazione ed è dello stesso ordine del carico inquinante associato ai reflui neri grezzi.
152/ ) : " qualsiasi immissione effettuata esclusivamente tramite un sistema stabile di collettamento che collega senza soluzione di continuità il ciclo di produzione del refluo con il corpo ricettore acque superficiali, sul suolo. Città Metropolitana di Bari Provincia di Bari. 7 ( Partita IVA:, la presente Autorizzazione Unica Ambientale per lo scarico su suolo delle acque meteoriche di dilavamento rivenienti dal frantoio oleario da realizzare nel Comune di Andria, contrada Petrarelli, sull' area individuata nel N. 000 Euro 9, 00 ( da non applicare per le sole acque di raffreddamento) Importo quota a deposito per scarichi di acque reflue domestiche ed assimilate e acque reflue. It e_ mail: ambiente. It) Scarico delle acque meteoriche di dilavamento Descrizione dell' istanzaCos' è: Il Regolamento Regionale 09/ 12/, n. SOMMARIO LE NOVITË NEL REGOLAMENTO REGIONE PUGLIA n. RIFERIMENTI NORMATIVI. ) le forme di controllo degli scarichi di acque meteoriche di dilavamento provenienti da reti fognarie separate; b. Autorizzazione scarico acque meteoriche provincia di bari.

282/ 03 devono presentare istanza in bollo ( € 14, 62) di cui al modello all. Autorizzazione scarico acque meteoriche provincia di bari. Domanda di autorizzazione allo scarico delle acque reflue e/ o delle acque meteoriche provenienti da attivitÀ imprenditoriale 1 recapitate in corpo d' acqua superficiale o sul suolo2 spett. Il Regolamento Regionale 09/ 12/, n. La Regione Puglia con il Regolamento n. L' autorizzazione dello scarico di acque di prima pioggia su suolo o corpo idrico superficiale è di competenza della Provincia.
Del 9/ 12/ 13, n. Bollo di € 16, 00 da apporre sull' istanza. Trattasi di un impianto di recupero di rifiuti speciali non pericolosi. ( a cura di Alan VALENTINO, Udine). Al foglio 39, particella 281, avente accesso dalla S. 000 mq, è tenuto ad inoltrare alla Provincia competente una comunicazione, prima della realizzazione delle opere per:.
La presente relazione è relativa agli. Autorizzazione allo scarico in corso d' acqua superficiale, suolo/ sottosuolo di acque meteoriche e di lavaggio aree esterne ai sensi del Regolamento Regionale n. Pioggia, le acque meteoriche di dilavamento, prima del loro scarico, devono essere trattate con idonei sistemi di depurazione e sono soggette al rilascio dell’ autorizzazione allo scarico prevista Cartonfer s.

Phone:(263) 297-5144 x 2798

Email: [email protected]